QUANDO GREEN = ECONOMICO

Ipotizziamo una situazione-tipo di chi è alle prese con un vero trasloco per la prima volta, un giovane da solo o in coppia che si trasferisce in città per lavoro e famiglia. Immaginiamo che abbia sempre vissuto in periferia e che debba portare tutta la sua vita nella nuova casa.

Continuiamo nella simulazione: il nostro giovane avrà appena trovato lavoro e non sarà, nell'immediato, dotato di fondi da spendere per un trasloco; pur con l’aiuto di genitori e parenti un trasloco così definitivo è una spesa necessaria ma elevata. Come tutti, però, il protagonista di questa vicenda non vorrà rinunciare alla qualità del trasloco.

QUANTO COSTA UN TRASLOCO GREEN

Il nostro giovane è tentato dalla soluzione low cost e fai-da-te, ovvero caricare quanta più roba possibile sulla sua auto e su quella degli amici e traslocare. Peccato che questa pratica risulti la più svantaggiosa.

I viaggi che dovrà fare sono molti, con conseguente dispendio di carburante.

Nel trasloco dovrà portare anche qualche mobile che non entrerà nei ridotti spazi di un’automobile.

Il trasloco sarà limitato al solo weekend, visti gli impegni vari, e i tempi si allungherebbero.

Ipotizzando un trasloco infrasettimanale, le auto utilizzate per il trasloco potrebbero entrare in città?

Senza considerare le eccezionali ma frequenti “domeniche a piedi” organizzate nei centri urbani di grande dimensione.

VANTAGGI DEL TRASLOCO GREEN

Ecco allora che, consigliato anche da chi è più saggio ed esperto, il nostro giovane preferirà affidarsi a una impresa di traslochi e nel sceglierla considererà vari parametri.

In primo luogo la qualità del servizio, in seconda battuta le tariffe e su quest’ultimo fattore si arrovellerà per trovare la formula più adatta al suo caso. Una delle voci di spesa su cui potrà risparmiare nel trasloco sarà proprio quella relativa al carburante.

Le imprese di trasporti e spedizioni, infatti, adottano spesso la tecnica del viaggio condiviso, facendo fare un unico viaggio a merce di traslochi diversi con la medesima destinazione. Una scelta che ha come obiettivo primario quello di ridurre le emissioni di CO2, alla base delle normative di limitazione al traffico cittadino ma che ha però anche importanti ricadute di risparmio.

Chilometraggio e numero di colli sono i due parametri su cui le imprese di traslochi costruiscono le proprie tariffe, proprio considerando i costi carburante. Il nostro giovane si troverà quindi come risultato della sua inchiesta un dato sorprendente: un trasloco green è la soluzione più conveniente.

Le imprese di traslochi che hanno convertito i propri mezzi al metano o all’Euro 6, infatti, hanno tariffe più basse perché il prezzo del petrolio non incide sulle tariffe, o incide in misura limitata. Senza considerare che, proprio per le normative vigenti, un trasloco ecosostenibile verso la città è più veloce.

Un trasloco veloce, economico e di qualità: oggi queste tre caratteristiche hanno assunto la colorazione “verde” dell’ecosostenibilità.